«

»

Ritratto su legno

In passato mi era capitato diverse volte di fare ritratti dipinti, sia di animali che di umani… Devo dire, però che è tutta an’altra cosa fare invece un ritratto in bassorilievo su legno, oltre alla tecnica decisamente diversa, anche il modo di guardare il tuo soggetto deve essere diverso, bisogna tenere conto di altri parametri: oltre che alla somiglianza alla foto che si ha in possesso, bisogna considerare la profondità, la terza dimensione, la prospettiva, che per quanto siano sfalsate in un bassorilievo, sono comunque presenti…

Così ecco il mio primo ritratto su legno di Francesco, un bimbo davvero piccolo… non era facile fare contenti mamma e papà, perchè per quanto le foto possano essere “veritiere”, non sai mai quanto davvero rappresentino il loro piccolo. A volte le foto non ti assomigliano… sarebbe bene poter sempre conoscere di persona il soggetto che si deve ritrarre. purtroppo in questo caso non è stato possibile per via della lontananza e poi, perchè era una sorpresa per la mamma, che è stata ignara fino all’ultimo di questo lavoro che mi ha commissionato il neo papà.

Anche se ora conoscessi Francesco, so che sarebbe già diverso da quelle foto, cambiano così in fretta i bambini. il papà è stato contento… ad agosto, conoscerò anche il parere della mamma  : )